Biotensegrità – La base strutturale della vita

Indice

 

Prefazione alla prima edizione

Prefazione a cura di Stephen M. Levin

Prefazione a cura di John Sharkey

Prefazione e ringraziamenti

Introduzione

Glossario

 

Capitolo 1 • Tensegrità

Introduzione

Di cosa si tratta?

Le origini della tensegrità

L’inventore

Karl Ioganson

L’architetto

David Emmerich

Il pensatore, progettista…

Buckminster Fuller

Lo scultore

Kenneth Snelson

Le origini di un’idea

Nascita di una tradizione

Una nuova percezione

La cupola geodetica

La sfera funzionale

La ruota della bicicletta

Uno sforzo combinato

 

Capitolo 2 • Geometria semplice in organismi complessi

Un nuovo approccio alla geometria: quello che la natura “conosce” già

Le regole della fisica

Triangolazione di un esagono

Configurare le forme secondo il massimo compattamento

I poliedri platonici

Un sistema strutturale dinamico

Il tetraedro

L’ottaedro

Il cubo

La matrice vettoriale isotropica e l’equilibrio vettoriale

L’icosaedro

Il dodecaedro

La geometria della struttura vivente

Il jitterbug

 

Capitolo 3 • L’equilibrio delle forze invisibili

Il modello tensegrile

T-prismi

T-eliche

La T-6 sfera, l’icosaedro tensegrile e il T-icosaedro

La semplice complessità della tensegrità

Struttura ed energia

Gerarchie strutturali e l’eterarchia globale

Modularità

Un modello che vale per tutti

Rigido o elastico?

 

Capitolo 4 • Il problema con la meccanica

Le leggi “convenzionali” della meccanica

Sollecitazione e deformazione (stress e strain)

Aumenti di scala

Le conseguenze

Un barlume di speranza

Non linearità

Auxetica

Un punto di vista diverso

Un tipo di geometria diverso

Biomeccanica

La leva rotta

Un paradigma in via di cambiamento

Biotensegrità

Il controllo della forma

L’eterarchia integrata

La meccanica

Verso la risoluzione del problema

 

Capitolo 5 • La cellula autonoma

Il citoscheletro

La corteccia

Regolazione della cellula

Il setto di separazione cellulare

Trovare l’equilibrio

Collegare l’“interno” con l’“esterno”

Lo sviluppo dei tessuti

Il movimento delle cellule

La formazione di modelli complessi

L’integratore cellulare

 

Capitolo 6 • Il colpo di scena

L’elica

L’elica molecolare

Eterarchie complesse

Il dotto incrociato elicoidale

Dotti all’interno di dotti all’interno di dotti…

Il dotto miofasciale

La parete corporea

Tessuti oscillanti

Un più fondamentale modello di geometria

Agitare le acque

 

Capitolo 7 • La facilità di movimento

Sostituire il vecchio con il nuovo

I dinosauri e il Forth Bridge

La torre di Snelson

Il rachide dei vertebrati

L’articolazione biotensegrile

La ruota

Sesamoidi fluttuanti

Un po’ di spazio

Il ginocchio

Superfici di scivolamento

Un invito alla prudenza

Qualche dettaglio in più

Il gomito

Sta succedendo qualcosa di strano

Una funzione di tutto rispetto

Un breve riepilogo

 

Capitolo 8 • Il “molle” e il “compatto”

La volta cranica

Il modello geometrico

Dalle rette alle curve

Fondamenti anatomici

Embriogenesi

Il cranio integrato

Patologie craniche

L’articolazione temporomandibolare o mascellare

La controversia

Meccanica articolare

Il disco resiliente

Il sistema in tensione dinamica

Isole in compressione che fluttuano in un mare di tensione

Il tocco terapeutico

La rete integrata

Cinematica funzionale

La connessione muscolare

La storia fino ad oggi

 

Capitolo 9 • Uno sguardo più da vicino

Tensione e compressione

Attrazione e repulsione

Tirare e spingere

Le possibilità sono infinite

Tiranti e puntoni

Il puntone perduto

Alla ricerca della compressione perduta

È tutta una questione di prospettiva

Organizzazione multibraccio

Regolazione geometrica

Il semplice si evolve nel complesso

Rette o curve

Ridurre le sollecitazioni

Geometria sferica

Le sfumature dell’anatomia

 

Capitolo 10 • Modelli “complessi” in biologia

Il riempimento dello spazio

Dualità

La sequenza di Fibonacci e la Sezione Aurea

Equivalenza

Quasi-equivalenza e virus sferici

Tassellatura di Penrose

Il frattale

Gli anelli di collegamento

Materia molle

Quasicristalli

Dimensioni superiori

Geometria iperbolica

Che cosa significa tutto ciò?

 

Capitolo 11 • Biotensegrità: un approccio razionale alla biomeccanica

Lo scheletro

Ossa

Muscoli

Tessuti connettivi

La fascia

La rete poliedrica

Una nuova realtà

Mesocinetica

Abbandonare le vecchie idee

Una saggezza mal riposta

Una sinergia globale

La semplice complessità del movimento

La dinamica del movimento

Il controllo del movimento

Trasferimento della potenza

Terapia

Un cambiamento nella percezione

Un cambio di equilibrio

Il modello della biotensegrità

Scienza di base

 

Capitolo 12 • Biotensegrità: la base strutturale della vita

Principi primi

Le forme platoniche e dove ci portano

Geometria semplice

La tecnologia

Il nucleo invisibile

La comparsa della forma

Le leggi

Entropia

L’architettura di flusso

Il campo morfogenetico

Biotensegrità

Il flusso delle informazioni

Il ciclo del flusso

La continuità

L’organismo funzionale

 

Appendice 1 • Modelli tensegrili

Appendice 2 • Volume muscolare e angolo delle fibre incrociate elicoidali

Appendice 3 • Gli opinabili elementi idrostatici

Appendice 4 • Il polmone aviario

Anatomia eterarchica

Il modello tensegrile di una ruota

Appendice 5 • Catena cinematica chiusa e sviluppo embriologico

 

Fonti e autorizzazioni delle figure

Bibliografia

Indice analitico

 

Autore: Graham Scarr

ISBN: 978-88-87436-34-1

Anno di pubblicazione: 2020

Tipo di stampa: Quadricromia

Pagine: 196

Illustrazioni: 131

Formato: 195×245

Titolo originale: Biotensegrity. The Structural Basis of Life

Edizione: Seconda edizione britannica, prima edizione italiana

Prezzo: € 85,00

Editoriale

 

Nel libro Biotensegrità – La base strutturale della vita, Graham Scarr risponde alla domanda: “Che cos’è la biotensegrità?”, sostenendo che tutte le forme naturali sono il risultato dell’interazione tra le forze fisiche e le leggi fondamentali che le governano, inoltre l’autore dimostra come lo studio appropriato di questi principi fondamentali conduce a una migliore comprensione del corpo umano quale unità funzionalmente integrata ed eterarchica. In queste pagine si fa anche cenno a discipline innovative come la scienza della materia molle, lo sviluppo embriologico, la teoria della complessità e la biologia dei sistemi. I principi della biotensegrità sono una parte fondamentale che sottende il ragionamento clinico e stanno trasformando la prospettiva tradizionale della biomeccanica e della biocinetica.

Il libro è rivolto a tutti gli operatori sanitari e parasanitari, e a chiunque desideri comprendere meglio la struttura biologica.

Acquista Libro

Share This Post
Have your say!
10