IMPLANTOPROTESI NEUROMIOFASCIALE: PRINCIPI BIOLOGICI, DESCRIZIONE DI UN CASO CLINICO E REVISIONE DELLA LETTERATURA

ABSTRACT.

Scopo Questo studio è stato condotto per determinare gli effetti della correzione oculare sull’ attività elettromiografica dei muscoli temporale anteriore, massetere, sternocleidomastoideo e digastrico anteriore nei bambini con deviazione laterale della mandibola. Metodi Lo studio è stato condotto su 32 soggetti, di età compresa tra 8 e 12 anni, con deviazione laterale della mandibola e disturbi del tono muscolare oculo-estrinseco. Dopo una valutazione oftalmologica completa e la prescrizione della correzione oculare, i bambini sono stati divisi in modo casuale in due gruppi: studio e controllo. Nel gruppo di studio (16 soggetti) l’attività EMG a riposo è stata registrata nelle seguenti condizioni: a occhi chiusi; a occhi aperti; con correzione oculare modificata mediante controllo elettromiografico. Nel gruppo di controllo (16 soggetti) l’attività EMG a riposo è stata registrata nelle seguenti condizioni: a occhi chiusi; a occhi aperti; con correzione oculare convenzionale. I dati sono stati acquisiti effettuando registrazioni della durata di 15 secondi utilizzando un EMG, mentre i soggetti mantenevano i denti in posizione di riposo. Risultati/Statistiche In entrambi i gruppi è stata riscontrata una correlazione significativa tra il valore della deviazione laterale e il grado dei disturbi del tono muscolare oculare-estrinseco (r=0,69). Inoltre, è stato osservato un aumento statisticamente significativo dell’attività EMG a riposo con gli occhi aperti in entrambi i gruppi nei temporali anteriori, sinistro e destro. Una significativa riduzione dell’attività EMG a occhi aperti è stata osservata solo quando la correzione oculare veniva effettuata tramite il controllo elettromiografico (gruppo di studio). I risultati, espressi nei termini dell’indice di simmetria, hanno mostrato un aumento significativo dello sbilanciamento muscolare destro/sinistro se venivano applicati i metodi convenzionali di correzione oculare (p <0,0001). Conclusioni Il significativo peggioramento dell’attività utilizzando l’elettromiografia di superficie (EMG), osservato principalmente con le lenti “correttive” convenzionali, potrebbe avere notevoli conseguenze sulla diagnosi clinica e sul comportamento terapeutico, dal momento che i muscoli temporali anteriori sono importanti per la posizione posturale della mandibola. Invece le lenti correttive applicate secondo indicazione dell’EMG potrebbero migliorare il tono e l’equilibrio dei muscoli stomatognatici e, quindi, supportare la funzionalità del trattamento ortodontico. Inoltre, i dati suggeriscono un nuovo strumento interessante per adottare un approccio interdisciplinare ai complessi disturbi della crescita legati alla deviazione laterale della mandibola e ai disturbi del tono muscolare oculo-estrinseco.

PAROLECHIAVE: input visivo, deviazione laterale, muscoli masticatori, muscoli posturali, elettromiografia.

Questo contenuto è riservato ai soci Socio Iapnor .
Log In Register