Efficacia del trattamento osteopatico nei disturbi della motilità oculare

Barlafante, P. D’Andrea, F. Corvasce

ABSTRACT

Poca importanza è stata data finora alle influenze toniche e, soprattutto, meccaniche sulla muscolatura oculoestrinseca da parte dell’apparato neuro-muscolo-scheletrico. Fibre muscolari lente o rosse, unitamente ai propriocettori muscolotendinei (fusi  neuromuscolari e organi tendinei del Golgi) sono stati individuati anche nell’apparato oculomotore.
I muscoli oculoestrinseci hanno quindi un proprio tono muscolare. L’elemento cardine del controllo del tono posturale è quasi certamente individuabile, a livello centrale, nel Fascicolo Longitudinale Mediale che, a sua volta, controlla, recando anche stimoli periferici mediati dal Vestibolo, la posizione degli assi visivi (influenze toniche periferiche sui muscoli oculoestrinseci).
Scopo del lavoro è stato quello di dimostrare l’efficacia del trattamento manipolativo osteopatico nella riabilitazione dell’astenopia, in quanto non sono note tecniche in grado di annullare le influenze meccaniche che condizionano la contrattilità ed il tono dei muscoli oculomotori, ad eccezione della Terapia manipolativa Osteopatica.

 

Per gentile concessione Futura Publishing Society Srl
Copyright ©2020

Questo contenuto è riservato al Socio Iapnor .
Log In Register