Diagnosi neuromiofasciale in ortodonzia. Effetti della TENS sul rapporto maxillo-mandibolare sagittale

MONACO, R. CATTANEO, A. SPADARO, G. MARZO

ABSTRACT

Scopo Il presente studio è stato condotto allo scopo di valutare le modifiche della posizione occlusale della mandibola successivamente alla procedura di rilassamento ULF (frequenza ultra bassa)-TENS in soggetti in fase di crescita puberale, diagnosticati in seconda classe di Angle, prima divisione, con retrusione dentoalveolare mandibolare. Lo studio è stato condotto su 19 pazienti (13 femmine, 6 maschi) classificati in seconda classe di Angle, prima divisione, con età compresa tra 10 e 15 anni, caratterizzati da retrusione dentoalveolare mandibolare e dimensione facciale verticale ottimale, diagnosticate sia clinicamente che con analisi cefalometrica. Conclusione In base al presente studio, si ipotizza che eventuali tendenze verso una crescita anomala, in soggetti in seconda classe, prima divisione, con retrusione dentoalveolare, potrebbero essere visualizzate effettuando la TENS con registrazione dell’occlusione. I risultati di questo studio possono offrire nuovi metodi per la diagnosi e la prognosi delle malocclusioni di seconda classe.

 

Per gentile concessione di Ariesdue srl
Traduzione in italiano a cura di Futura Publishing Society Srl © 2020
Pubblicato sulla rivista European Journal Of Paediatric Dentistry

Questo contenuto è riservato al Socio Iapnor .
Log In Register