Associazioni tra malattia da reflusso gastroesofageo, disturbi mentali, sonno e disturbo temporomandibolare cronico: uno studio caso-controllo

Yuanyuan Li DDS MS, Ming Fang DDS PhD, Lina Niu DDS PhD, Yu Fan DDS MS, Yan Liu DDS MS, Yong Long PhD, Xiaodong Liu DDS PhD, Franklin R. Tay BDSc PhD, Jihua Chen DDS PhD

ABSTRACT

Lo studio evidenzia che il disturbo temporomandibolare (TMD) è associato al reflusso gastroesofageo (MRGE), insieme ad altri fattori come l’ansia e la mancanza di sonno adeguato. I ricercatori hanno esaminato i dati provenienti da due ospedali cinesi in 1522 pazienti di età compresa tra i 18 e i 70 anni, con disturbo temporomandibolare cronico. Lo studio evidenzia la connessione tra i TMD e il reflusso gastroesofageo e come la somatizzazione, l’ansia e la depressione aggravino il dolore e il disagio nei pazienti. Nel lavoro emerge che la MRGE sintomatica è un fattore di rischio per il TMD e i pazienti con uno storico più lungo di MRGE hanno un elevato rischio di TMD, rispetto ai pazienti con uno storico più breve. I ricercatori concludono che questi fattori, nei pazienti con TMD cronico associato a sintomi da reflusso gastroesofageo, debbano essere messi in relazione. Viceversa, la diagnosi potrà risultare incompleta, con conseguente decorso prolungato della patologia.

 

Per gentile concessione di CMAJ

Traduzione in italiano a cura di Futura Publishing Society Srl © 2020

Pubblicato sulla rivista CMAJ

CMAJ 2019 agosto 19; 191: E909-15. doi: 10.1503/cmaj.181535

Questo contenuto è riservato al Socio Iapnor .
Log In Register